Cerca

Papa: Chiesa abbraccia il mondo senza distinzione di razza e nazione

Cronaca

Citta' del Vaticano, 12 giu. (Adnkronos) - La Chiesa e' cattolica, cioe' aperta a tutti, fin dal primo momento, perche' ''fin dal primo istante lo Spirito Santo l'ha creata come la Chiesa di tutti i popoli; essa abbraccia il mondo intero, supera tutte le frontiere di razza, classe, nazione; abbatte tutte le barriere e unisce gli uomini nella professione del Dio uno e trino''. E' quanto ha affermato il Papa nell'omelia della Messa nella Solennita' di Pentecoste da lui presieduta nella Basilica di San Pietro.

Benedetto XVI ha ricordato che ''lo Spirito Santo anima la Chiesa. Essa non deriva dalla volonta' umana, dalla riflessione, dall'abilita' dell'uomo e dalla sua capacita' organizzativa, poiche' se cosi' fosse essa gia' da tempo si sarebbe estinta, cosi' come passa ogni cosa umana. Essa invece e' il Corpo di Cristo, animato dallo Spirito Santo''. Inoltre, la Chiesa ''e' santa, non grazie alla capacita' dei suoi membri, ma perche' Dio stesso, con il suo Spirito, la crea, la purifica e la santifica sempre''.

Il Papa ha poi spiegato cosa succede con la discesa dello Spirito Santo: ''dallo scompiglio di Babele, da quelle voci che strepitano una contro l'altra, avviene una radicale trasformazione: la molteplicita' si fa multiforme unita', dal potere unificatore della Verita' cresce la comprensione''. Lo Spirito Santo ''fa in modo che ci si comprenda pur nella diversita' delle lingue, attraverso la fede, la speranza e l'amore, si forma la nuova comunita' della Chiesa di Dio''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog