Cerca

Chiesa: dall'Australia per Sant'Antonio, fedeli da tutto il mondo a Padova

Cronaca

Roma, 12 giu. - (Adnkronos) - Dall'Australia a Padova per venerare sant'Antonio: attesi fedeli da tutto il mondo per le celebrazioni dedicate al santo dei miracoli. La devozione non tramonta e continua ad essere "punto di riferimento di tanta gente", per dirla con Giustina Destro, ex sindaco di Padova. Domani sara' celebrato a Padova con una processione, trasmessa in mondovisione, che onorera' la figura del Santo popolare anche per fare ritrovare le cose perdute. Ancora oggi e' in voga la filastrocca-preghiera con la quale si recita 'Sant'Antonio dalla barba bianca, fammi trovare quello che mi manca'.

I frati della basilica di Sant'Antonio conservano ancora una lettera di oltre vent'anni fa giunta dal Sudamerica, scritta da una signora che, indispettita con il Santo che non faceva trovare un marito alla figlia, getto' dalla finestra la statuetta di Sant'Antonio. Si racconta che la statuetta colpi' un passante, che divento' poi il genero della signora.

Sant'Antonio da Padova e' soprattutto il santo dei miracoli. Uno di essi, fu causato da una confessione. Un uomo di Padova, di nome Leonardo, una volta riferi' all'uomo di Dio, tra gli altri peccati di cui s'era accusato, di avere percosso con un calcio la propria madre, e con tale violenza da farla cadere malamente per terra. Il beato padre Antonio, che detestava ogni cattiveria, commento': "Il piede che colpisce la madre o il padre, meriterebbe di essere tagliato all'istante". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog