Cerca

Mare: 'Turtle week', settimana Wwf a difesa delle tartarughe (2)

Cronaca

(Adnkronos) - I pescatori rappresentano il pericolo piu' immediato per le tartarughe marine. "Alcuni tipi di pesca come il palamito d'altura usano degli ami che si trasformano in armi devastanti, mortali. Le tartarughe mangiano i pesci che possono nascondere lenze o ami e, dunque, possono restare ferite dall'ingestione o semplicemente mordendoli", dice l'ambientalista amico delle tartarughe.

E poi c'e' la cementificazione che distrugge un intero ecosistema. "Le tartarughe tornano anche a distanza di 25 anni nel luogo in cui sono nate. E al posto di sabbia e vegetazione marina trovano ombrelloni e coste devastate. Qualche anno fa - ricorda Antonio Colucci - a Villapiana, in Calabria, una tartaruga aveva nidificato in uno stabilimento balneare: i piccoli, quando i gusci si sono schiusi, sono andati dritti dritti in una pizzeria. Avevano scambiato le luci del locale per la luce della luna". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog