Cerca

Bari: proteste dopo tagli fornitura acqua, Aqp si impegna a riallaccio

Cronaca

Bari, 13 giu. - (Adnkronos) - E' rientrata poco fa a Bari, dopo un impegno preso dall'Acquedotto pugliese a risolvere la situazione, la protesta di un centinaio di residenti del quartiere Japigia, uomini ma soprattutto donne che abitano le case popolari prefabbricate della zona e che manifestavano davanti alla sede principale del Comando della Polizia Municipale, situato proprio di fronte alle loro abitazioni, contro la decisione di Aqp di tagliare la fornitura di acqua.

Ci sono stati forti momenti di tensione quando un gruppo di donne ha tentato di entrare con la forza negli uffici mentre gli uomini effettuavano un blocco stradale. Nei tafferugli una vigilessa e' rimasta contusa. La fornitura dell'acqua e stata interrotta stamane alle 5. Verso le 11, dopo l'intervento del sindaco Michele Emiliano che su Facebook era stato molto duro con l'amministratore unico e il direttore generale di Aqp, l'azienda di via Cognetti si e' impegnata a inviare i propri tecnici a effettuare i riallacci delle forniture. Le persone interessate dalla decisione sono circa 300. Le case prefabbricate sono destinate a essere dismesse. Infatti sono in costruzione nuovi alloggi dove quelle famiglie saranno alloggiate.

''Dopo la decisione di staccare l'acqua alla case degli sfrattati di Japigia proprio il giorno del referendum sull'acqua Pubblica senza avvertire ne' sindaco ne' questore, determinando cosi' una vera e propria sommossa popolare - aveva scritto il primo cittadino su Facebook - e' giunta l'ora in cui l'Amministratore Delegato ed il Direttore Generale dell'Acquedotto Pugliese se ne vadano a casa. La misura e' colma''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog