Cerca

Turchia, premier Erdogan vince ma non 'sfonda': sfuma il sogno dei 367 deputati

Esteri

Ankara, 13 giu. - (Adnkronos/Aki) - Il partito di Giustizia e Sviluppo (Akp) del primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan ha ottenuto il 49,83% di voti nelle elezioni parlamentari che si sono svolte ieri, sfiorando per la prima volta la maggioranza assoluta. E' quanto riporta l'agenzia di stampa ufficiale Anadolu al termine dello spoglio dei voti. Nelle precedenti elezioni del 2007 l'Akp aveva conquistato il 46,6% delle preferenze.

La principale formazione di opposizione in Turchia, il Partito repubblicano del popolo di ispirazione laico-ataturkista Chp, ha invece ottenuto il 25,94% dei voti. Il Partito del Movimento nazionalista (Mhp) di ultradestra ha invece raccolto il 12,99%, mentre gli indipendentisti curdi il 6,58%.

In base a questi dati, l'Akp conquista 326 seggi sui 550 nel Parlamento di Ankara. Svanisce, quindi, il sogno di Erdogan di ottenere il quorum dei 367 seggi necessari per poter approvare la preannunciata riforma costituzionale senza dover passare per un referendum. Il Chp potrà invece contare su 135 rappresentanti e l'Mhp su 53 seggi, mentre saranno 36 gli indipendentisti curdi presenti nel nuovo Parlamento turco, dieci in più rispetto alle ultime elezioni del 2007.

Proprio l'elezione dei candidati curdi è stata rovinata dall'esplosione di una bomba: 11 le persone ferite. E' accaduto nella tarda serata di ieri nella provincia di Simak, nel sud est del Paese, vicino al confine con l'Iraq.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog