Cerca

Arte: un dio seminudo nel dipinto di Appiani a Villa Madama/Scheda (2)

Cultura

(Adnkronos) - Nel 1789 riceve dall'arciduca d'Austria Ferdinando la commissione di affrescare la ''Storia di Amore e Psiche'' per la Rotonda delle Serre nella Villa Reale di Monza; l'Appiani ha ormai una personalita' ben definita: adotta la grazia della pittura greca e la morbidezza leonardesca.Nel 1790 e nel 1791 viaggia per studio a Roma, Parma, Bologna, Firenze e a Napoli, anche in vista della stesura dei suoi affreschi milanesi in Santa Maria presso San Celso, iniziati il 10 giugno 1793 e conclusi nel 1795, dopo quelli della Rotonda della Villa Arciducale a Monza, dipinti al suo ritorno da Roma verso il 1792.

L'11 novembre 1804 e' a Parigi, per l'incoronazione di Napoleone a imperatore dei francesi e il 26 maggio 1805, a Milano, insieme con lo scultore Pietro Canonica, partecipa alla cerimonia di incoronazione di Napoleone come Re d'Italia: due settimane dopo, il 7 giugno 1805, e' nominato primo pittore del Re d'Italia.

Il 18 agosto 1808 attesta di aver dipinto in quel solo anno 16 ritratti di Napoleone e della famiglia Beauharnais; tra l'agosto e il settembre 1811 dipinge il Parnaso nella Villa Reale di Monza ed entra a far parte dell'Accademia romana di san Luca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog