Cerca

Arte: un dio seminudo nel dipinto di Appiani a Villa Madama/Scheda

Cultura

Roma, 13 giu. - (Adnkronos) - Un dio dell'Olimpo seminudo al centro del grande dipinto di Andrea Appiani, realizzato nel 1811, citato oggi DAL presidente del Consiglio Silvio Berlusconi oggi durante la conferenza stampa con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, definendolo ''il bunga bunga del 1811''.

Il dipinto rappresenta il Parnaso e raffigura una scena mitologica dove sono presenti diverse figure umane in pose artificiose e innaturali che fanno da contorno a un dio dell'Olimpo, seminudo, seduto su un trono di pietra, mentre suona uno strumento a corda. I colori sono sfumati con precisione; ombre e luci sono distribuite in modo da rendere con la massima cura il rilievo e la perfezione dei volti e dei corpi. Gli alberi sono riprodotti in modo molto analitico. Il disegno, invece, e' presente e, per la sua perfezione, da' una grande solidita' alla forma.

Il pittore, proveniente da una modesta famiglia, studio' a Milano dal 1769 alla scuola dell'Ambrosiana con Carlo Maria Giudici, all'Ospedale Maggiore anatomia con Gaetano Monti, poi con il De Giorgi studia Leonardo, Raffaello e il Luini; dal 1776 frequenta l'Accademia di Belle Arti di Brera con Giuliano Traballesi e con Martin Knoller, approfondendo le tecniche dell'affresco.Risale al 1777 la sua prima opera documentata, gli affreschi nella parrocchiale di Caglio. Dal 1779 al 1782 si occupa di scenografia a Milano con i fratelli Bernardino e Ferdinando Galliari, e dal 1783 al 1784 e' a Firenze per frequentare la scuola di Domenico Chelli. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog