Cerca

Toscana: Scaramuccia, sistema di salute universale realizzabile e sostenibile

Cronaca

Pisa, 13 giu. - (Adnkronos) - ''Crediamo fermamente che un sistema di salute universale e' ancora possibile. Realizza bile e sostenibile. Nel 2005 abbiamo cominciato insieme un cammino comune per migliorare la salute dei nostri cittadini. La rete Enrich fu lanciata a Firenze e la Regione Toscana e' orgogliosa di far parte di un gruppo di regioni interessate a ridurre le disuguaglianze di salute''. L'assessore al diritto alla salute della Regione Toscana, Daniela Scaramuccia, ha aperto stamani a Pisa, nell'aula magna della Scuola Superiore Sant'Anna, il workshop su ''Cure primarie: strategie regionali per migliorare efficacia ed equita' garantendo la sostenibilita' economica'', organizzato dal Laboratorio MeS, Management e Sanita', della Scuola Superiore Sant'Anna.

Al workshop hanno preso parte le 10 regioni europee che aderiscono alla Rete Enrich (European Network of Regions Improving Citizens Health), un network di regioni europee e autorita' locali che collaborano per il miglioramento della salute e delle cure: Algarve (Portogallo), Andalusia (Spagna), Aquitania (Francia), Drama-Kavala-Xanthi (Grecia), East Midlands (Regno Unito), Malopolska (Polonia), Sachsen-Anhalt (Germania), Toscana, Umbria, Walloon (Belgio), Steiermark (Austria).

''In Toscana stiamo chiudendo un ciclo di programmazione della sanita' regionale e sviluppando il nuovo piano socio sanitario - ha ricordato l'assessore Scaramuccia - In questa fase e' molto importante per noi analizzare i risultati della fase precedente, imparare da altre esperienze e verificare l'impostazione che vogliamo dare alla sanita' del prossimo quinquennio. Credo che siamo tutti d'accordo sulla necessita' di innovare ed evolversi. E le parole chiave della nostra innovazione sono: focus sulla salute (piuttosto che sui servizi), focus sul paziente (piuttosto che sulla patologia), integrazione (piuttosto che specializzazione) tra professionsiti, tra ospedale e cure primarie, tra le istituzioni''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog