Cerca

Turchia: anche detenuti e indagati tra nuovi eletti

Esteri

Ankara, 13 giu. - (Adnkronos/Aki) - Ci sono anche alcuni imputati del caso Ergenekon, il presunto gruppo sovversivo ultraliaco, oltre ad attivisti del gruppo indipendentista curdo Pkk tra i vincitori delle elezioni politiche svoltesi ieri in Turchia. Per quanti di loro si trovano in prigione, e' prevista la scarcerazione, anche se sara' necessario un preventivo via libera del tribunale competente per il loro caso.

Tra i nomi celebri, si contano quelli del giornalista Mustafa Balbay e del professore universitario Mehmet Haberal, entrambi incarcerati per il caso Ergenekon e ora eletti tra le fila del partito kemalista all'opposizione Chp. Sono sotto processo per presunta adesione al gruppo eversivo anche l'ex procuratore capo di Erzincan, Ilhan Cihaner, eletto a Denizli per il Chp, e il presidente della Camera di commercio di Ankara, Sinan Aygun, anche lui candidato dal Chp.

Il generale in pensione Engin Alan, sotto processo per presunta partecipazione al piano di golpe 'Martello', e' invece stato eletto nelle liste dei nazionalisti dell'Mhp. Hanno infine ottenuto un seggio e saranno quindi rilasciati dal carcere in cui sono attualmente detenuti anche sei attivisti curdi, tra cui Hatip Dicle, in cella per legami con il Pkk. Eletta anche Leyla Zana, la donna che, per il suo attivismo per la causa curda, ha gia' scontato dieci anni di carcere).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog