Cerca

Firenze: Villa (Pdl), stop a centri sociali e occupazioni delle aule universitarie

Cronaca

Firenze, 13 giu. - (Adnkronos) - ''Stop ai centri sociali e alle occupazioni delle aule universitarie. Non possiamo piu' permettere che spazi pubblici siano rubati a chi ne avrebbe diritto, in specie dopo i provvedimenti restrittivi di oggi che hanno dimostrato come cpa e aule occupate siano fucine di violenza e intolleranza politica. Le parole stanno a zero: il Rettore provveda a liberare gli spazi universitari indebitamente fatti propri dai collettivi, e il sindaco Renzi realizzi immediatamente il cinquantasettesimo dei fantomatici 'Cento punti': se lo faranno riceveranno il plauso convinto anche del Pdl''. Cosi' Tommaso Villa, consigliere regionale del Popolo della Liberta', a commento dell'operazione di polizia che ha portato all'individuazione dei responsabili dei disordini verificatisi a Firenze nel maggio scorso e durante i quali venne assaltata la sede del Pdl Toscana.

''Alla luce di quanto emerso oggi i rappresentanti delle Istituzioni, Ateneo e Comune di Firenze in primis, hanno il dovere di agire per isolare gli estremisti. Chiediamo quindi al Rettore Tesi: a quando un documento del Senato accademico che condanni senza se e senza ma le occupazioni e chieda lo sgombero dei locali?'', incalza Villa, prima di rivolgere un appello alla Procura della Repubblica di Firenze.

''Mi auguro si faccia presto chiarezza circa l'esposto presentato da Studenti per la Liberta' con il quale si denunciavano quattro casi di occupazioni di spazi universitari. E' il momento di dire basta: basta alle manifestazioni che portano come inevitabili conseguenze danni alla citta' e ai cittadini. La prossima volta si provi a suggerire le Cascine come location per la manifestazione: li' potranno far baccano senza recare danno a Firenze e ai fiorentini'', prosegue Villa. ''Un sentito ringraziamento alle forze dell'ordine, al questore Francesco Zonno e al capo della Digos Stefano Buselli per l'ottimo lavoro svolto. Chi crede veramente nella liberta' e apprezza la serenita' nel dibattito politico non puo' che esser loro grato''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog