Cerca

Toscana: Ceccobao replica a Udc, nessuna infrastruttura e' di serie B

Cronaca

Firenze, 13 giu. - (Adnkronos) - "Si sta facendo una tempesta in un bicchier d'acqua. Non esistono opere di serie A ed opere di serie B, in campo c'e' solo la volonta' di affrontare in modo concreto un problema storico della Toscana, cioe' l'ammodernamento delle sue infrastrutture". Cosi' l'assessore regionale ai trasporti della Regione Toscana, Luca Ceccobao, replica alle parole del consigliere regionale Udc Marco Carraresi che in recenti dichiarazioni parla di presunte gerarchie di importanza tra le opere inserite dalla Toscana come 'prioritarie' nell'aggiornamento dell'Intesa Stato-Regione sulle infrastrutture.

A chi, come Carraresi, cerca di stilare graduatorie tra gli interventi infrastrutturali elencati nell'integrazione dell'Accordo Stato-Regione proposta dalla Toscana al Governo o di spiegare le scelte effettuate con una lettura campanilistica, l'assessore Ceccobao risponde con un invito alla concretezza. "Tutte le opere indicate come priorita' sono, appunto, priorita' - spiega Ceccobao - l'articolazione in due diverse tabelle e' dovuta a motivi tecnici. L'aggiornamento dell'Intesa prevede lavori per 12 miliardi e ottocento milioni di euro, dei quali 6 miliardi e 300 milioni sono gia' finanziati. La Regione, per accelerare la realizzazione degli interventi, ha valutato l'urgenza delle varie opere in base al loro livello di progettazione, come e' tra l'altro previsto dal modello di documento inviato dal Governo".

Tra le opere in fase avanzata di progettazione, alle quali e' stata attribuita la massima urgenza, ci sono anche molte opere che riguardano l'area metropolitana e Firenze, prime tra tutte la tramvia di Firenze, il nodo fiorentino dell'alta velocita', il raddoppio della linea ferroviaria Pistoia-Montecatini, il Polo tecnologico dell'Osmannoro. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog