Cerca

Referendum: De Girolamo (Confservizi Toscana), risultato chiaro ora proposte (2)

Politica

(Adnkronos) - ''L'effetto principale del referendum, quindi, sara' - secondo De Girolamo - quello di aver abrogato la ''fase transitoria'' contenuta nell'articolo 23 bis, con la scadenza anticipata di tutti gli affidamenti in house al 31 dicembre 2011. Si tratta di un effetto collaterale del referendum che potrebbe avere conseguenze importanti in Toscana, sulle procedure di affidamento in corso sui servizi di gestione dei rifiuti urbani, da parte degli Ambiti. Le gare potevano, infatti, avere come oggetto la quasi totalita' di comuni toscani proprio in virtu' di quella norma che stabiliva la cessazione di tutti gli affidamenti alla fine di quest'anno. Questo elemento oggi viene meno e si rendono possibili quindi altri percorsi per la nascita di gestioni a scala di ambito che non sia la gara''.

''Occorre pertanto - ha commentato De Girolamo - che le Autorita' di Ambito, i Comuni, ma anche la stessa Regione, valutino attentamente questa novita', al fine di non fermare il processo di riforma avviato''.

''Per quanto riguarda il quesito sull'''adeguata remunerazione del capitale investito'' nella tariffa idrica si apre una fase di incertezza normativa che rischia di paralizzare sia gli aspetti gestionali che lo sviluppo dei piani di investimento. - ha proseguito il presidente dell'Associazione. Sara' compito delle Autorita' di Ambito, e quindi dei Comuni, chiarire ai gestori gli effetti del referendum sulle convenzioni in essere, i piani tariffari e la realizzazione dei piani di investimento e la loro finanziabilita'''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog