Cerca

Referendum: De Girolamo (Confservizi Toscana), risultato chiaro ora proposte

Politica

Firenze, 13 giu. - (Adnkronos) - ''Il voto al referendum e' stato fortemente politico, legato anche al giudizio sul Governo in carica e segnala una nuova stagione di partecipazione e di coscienza collettiva. E' avvenuto un fatto importante che ha visto la mobilitazione di milioni di italiani di tutti gli orientamenti politici, spinti non solo dal contenuto, a volte molto tecnico, dei quesiti referendari. L'esito referendario dovra' essere rispettato, ma da subito occorre affrontare i problemi concreti derivanti dal quadro normativo che emerge dalle abrogazioni.'' Questo in sintesi il commento di Alfredo De Girolamo, presidente di Confservizi Cispel Toscana (l'associazione regionale delle aziende di servizio pubblico) all'esito del referendum.

''Per quanto riguarda il quesito sull'articolo 23 bis, relativo all'affidamento dei servizi di rilevanza economica, - ha spiegato De Girolamo - la stessa Corte Costituzionale nella sentenza di ammissibilita', dichiara che l'eventuale abrogazione comportera' automaticamente il rispetto del diritto comunitario in materia di gare, partenariati pubblico privati e affidamenti in house''.

''In Italia, quindi, al di la' di quanto sostenuto dai sostenitori del si', si potranno fare gare, vinte da soggetti pubblici o privati, spa miste o aziende in house. Quello che e' stato ottenuto e' l'abrogazione delle limitazioni che la legge nazionale (Decreto Ronchi-Fitto) introduceva all'utilizzo degli affidamenti in house''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog