Cerca

Bari: Osservatorio minori, bimbi lasciati in auto nuovo 'sport nazionale'

Cronaca

Roma, 13 giu. - (Adnkronos) - "L'abbandono di bambini in autovetture sta diventando una sorta di sport nazionale, che deve essere ridimensionato con fermezza". E' quanto dichiara il sociologo Antonio Marziale, presidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori e consulente della Commissione parlamentare per l'Infanzia, in relazione a quanto avvenuto a Bari, dove un cittadino bosniaco di 30 anni ha lasciato i quattro figli, in eta' compresa fra i quattro a gli otto anni, in un autocaravan chiuso sotto il sole e in una via poco trafficata dalle auto e poco frequentata dai pedoni.

"Non e' concepibile - continua - che a pagare debbano essere sempre i bambini. Un conto e' una disgrazia, come a Teramo e in Umbria, altro e' abbandonarli per andare a ballare o per smaltire la sbornia di una lite coniugale. Gente di siffatta risma non puo' continuare a esercitare la patria potesta' e deve essere sanzionata senza indugi o perdonismi di sorta. Serrare ed esporre alla calura quei bambini poteva determinare la morte di tutti e la legge non puo' non tenere conto di queste aggravanti".

"La cosa piu' importante, pero', e' provvedere affinche' i bambini siano affidati a persone o strutture in condizione di garantire loro il massimo della sicurezza. Riaffidarli a genitori cosi' sarebbe un vero e proprio delitto", conclude Marziale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog