Cerca

Roma: Patane' (Pd), Alemanno fermi la privatizzazione delle aziende comunali

Cronaca

Roma, 13 giu. - (Adnkronos) - ''Il risultato inequivocabile dei referendum non puo' che produrre una conseguenza immediata sul Comune di Roma: Alemanno deve annullare la delibera approvata dalla Giunta Comunale lo scorso dicembre che ha dato il via libera alla privatizzazione delle piu' importanti aziende comunali come Acea, Ama e Atac''. E' quanto afferma in una nota il Presidente della Federazione del Pd Roma, Eugenio Patane'.

''Il Sindaco - ha continuato - anziche' aspettare il voto di oggi si era sbrigato ad applicare l'art.23 bis del Decreto Ronchi e pur potendo scegliere tra la strada della liberalizzazione e quella della privatizzazione, aveva scelto questa seconda decidendo di vendere fino al 40% delle azioni oggi di proprieta' del Comune. Con il voto di oggi i romani lo hanno smentito due volte: prima di tutto ritirando tutte e quattro le schede referendarie, mentre Alemanno si era limitato a ritirarne una sola. In secondo luogo votando compattamente per l'abolizione dell'art.23bis e dimostrandosi unanimemente contrari a vendere pezzi della nostra storia per riparare i disastri compiuti da questa destra''.

''Questa - conclude - e' l'ennesima dimostrazione di quanto l'abbraccio ossequioso del Sindaco ad un Governo nazionale ormai delegittimato, unito al malgoverno della citta', abbiano trascinato la Giunta a distanze siderali da Roma e dai romani, dai loro bisogni e dalle loro aspettative. Nell'attesa che anche il Sindaco se ne renda conto, abbia almeno l'umilta' di annullare la delibera di privatizzazione delle aziende e di vendita del loro patrimonio immobiliare''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog