Cerca

Referendum: Diana (Pdl Sardegna), vittoria mobilitazione unitaria guidata da Cappellacci

Politica

Cagliari, 13 giu. - (Adnkronos) - ''L'esito del referendum sul nucleare e' stato, per la seconda volta di fila, la vittoria di una mobilitazione unitaria guidata dal Presidente della Regione, Ugo Cappellacci. E' ai limiti dell'incredibile pertanto il tentativo del segretario del Pd Silvio Lai, al quale giova ricordare che i referendum costituiscono l'espressione piu' alta della democrazia e che pertanto non si puo' pensare di utilizzarli strumentalmente per cercare di delegittimare la maggioranza di turno, di accreditare al centrosinistra il merito del risultato della consultazione referendaria in Sardegna''. Lo afferma il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale della Sardegna, Mario Diana, replicando alle affermazioni del segretario regionale del Pd sardo, Silvio Lai, che chiede le immediate dimissioni del premier Silvio Berlusconi e del presidente Ugo Cappellacci.

''I sardi - afferma Diana - hanno scelto di premiare le politiche innovative in materia di energia e rispetto dell'ambiente messe in campo dalla Giunta regionale e non e' un caso che proprio oggi sia stato dato il via ufficiale al progetto 'Sardegna CO2.0': la posizione del centrodestra isolano e' unitaria e coerente, come lo e' sempre stata. Siamo, e lo siamo sempre stati, per la tutela dell'ambiente, per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e per il no piu' assoluto all'energia nucleare, e lo dimostriamo non soltanto rifiutando la costruzione di centrali atomiche sul nostro territorio ma mettendo in campo azioni concrete per dare un futuro diverso alla Sardegna attraverso lo sviluppo della 'green economy'''.

''Non mi sembra si possa affermare che anche il centrosinistra, quando si e' trovato a governare la Regione, si sia distinto per l'adozione di misure simili in materia di politiche energetiche. Pertanto - conclude il capogruppo del Pdl - e' evidentemente fuori luogo il tentativo dell'on. Lai di attribuire alla sua coalizione il merito dell'esito referendario, che e' invece una vittoria di tutti i sardi che hanno a cuore l'ambiente e lo sviluppo sostenibile della loro Isola''

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog