Cerca

Caso Ruby: pm Boccassini, violato diritto difesa? legali sapevano prima

Cronaca

Milano, 14 giu. - (Adnkronos) - Nessuna violazione del diritto di difesa nell'inchiesta sul caso Ruby a carico di Silvio Berlusconi. La prova e' che gia' nell'ottobre del 2010, prima ancora che il premier venisse iscritto a registro degli indagati, i legali hanno raccolto la testimonianza di quanti partecipavano alle serate ad Arcore e "come se avessero avuto la palla magica" facevano domande proprio sulle ipotesi accusatorie sulle quali si stava lavorando. E' quanto ha sostenuto nell'aula del processo incentrato sulla giovane marocchina, il pm Ilda Boccassini che oggi, davanti ai giudici, replica a tutte le eccezioni presentate dai difensori del premier. E poi, ha aggiunto il magistrato "come si fa a dire che sono stati violati i diritti della difesa quando ai legali sono stati messi a disposizione tutti gli atti dell'indagine?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog