Cerca

Referendum: nelle sezioni all'estero ha votato il 23,1%

Politica

Roma, 14 giu. - (Adnkronos) - Percentuali piu' che dimezzate per l'affluenza, quota molto piu' bassa per i Si' e specularmente molto piu' elevata per i No. E' il voto degli italiani all'estero per i quattro quesiti referendari. Nelle 1.279 sezioni ha votato il 23,1% dei 3.300.496 elettori sui 4.115.235 residenti totali, ovvero in poco meno di 700.000. Dato che poi ha complessivamente abbassato la quota di affluenza alle urne dal 57,0% relativo soltanto alle sezioni italiane al 54,8% finale.

Mentre in Italia gli elettori contrari ai quesiti referendari hanno preferito puntare sull'astensionismo per cercare di raggiungere l'obiettivo della mancanza di quorum e invalidare cosi' il risultato dei referendum, gli italiani all'estero si sono piu' strettamente attenuti ai quesiti posti e alle conseguenti risposte: lo dimostra il numero molto piu' elevato di No registrati sulle schede elettorali.

La percentuale massima si e' ottenuta sul nucleare, dove i No alla cancellazione della norma sono stati pari al 32,9% con il 67,1% di Si'. Piu' alta la quota di 'abrogazionisti' per gli altri tre quesiti referendari: il 76,3% di Si' sull'acqua pubblica, il 75,7% sulle tariffe idriche, il 74,4% sul legittimo impedimento nei processi per il capo del governo e i suoi ministri. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog