Cerca

Referendum: Toccafondi, centrosinistra fiorentino dovra' chiudere Publiacqua

Politica

Firenze, 14 giu. - (Adnkronos) - ''Dopo il referendum sull'acqua adesso il centrosinistra fiorentino e toscano dovra' dimostrare di fare quello che ha detto. Dovra' quindi chiudere Publiacqua SpA e le altre aziende di gestione del servizio idrico, assumere tutti i dipendenti da parte dei comuni, liquidare i privati, tirare fuori un sacco di soldi e gestire tutto con l'azionariato popolare o attraverso cooperative''. Lo afferma, in una nota, il coordinatore cittadino del Pdl di Firenze, on. Gabriele Toccafondi.

''Governare - prosegue Toccafondi - vuol dire assumersi responsabilita' fare scelte, rispettare impegni. Il centrosinistra ha chiesto ai toscani e a ai fiorentini di esprimersi con il referendum dicendo che l'acqua era stata privatizzata e che la soluzione stava nell'azionariato popolare per la gestione. Adesso lo faccia ed inizi con la societa' Publiacqua SpA''.

''Ci aspettiamo presto lo scioglimento dell'azienda. I 700 dipendenti diretti della SpA dovranno essere assunti da comune e provincia, le societa' compartecipate dovranno chiudere, gli investimenti realizzati dovranno essere pagati e visto che solo per l'area fiorentina ammontano a 500 milioni di euro il comune di Firenze dovra' farsi carico di ingenti spese per investimenti che forse saranno irrealizzabili causa il mantenimento dei vincoli europei di bilancio'', dichiara sempre Toccafondi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog