Cerca

Calearo: cresce del 44,5% nel 2010 grazie a ricerca ed export (2)

Economia

(Adnkronos) - L'utile di esercizio per il 2010 e' pari a 706.858 euro (nel 2009 il bilancio si era chiuso con una perdita pari a circa 2 milioni di euro), dopo aver provveduto a stanziare ammortamenti su beni materiali e immateriali per 3,6 milioni di euro. Il vero tratto distintivo del Gruppo e' la vocazione verso l'estero, cresce infatti la quota export. Le vendite sui mercati stranieri rappresentano l'87,3% per cento del fatturato nel 2010 (erano l'86% nel 2009). Il mercato geografico in cui la societa' opera e' principalmente l'Europa, anche se proprio nell'ultimo anno si sono sviluppati nuovi contatti con clienti giapponesi, statunitensi, cinesi, coreani e indiani. I clienti sono le maggiori case automobilistiche mondiali (Audi, Peugeot, Renault, Volkswagen, Bmw, Ferrari), grandi societa' nel settore dei servizi e dell'industria avanzata.

«Il risultato di esercizio - commenta Massimo Calearo Ciman, presidente del Gruppo - e' un segnale del superamento della crisi nel settore automotive, che ha raggiunto il suo culmine nel 2009 ed e' stata gestita dall'azienda senza particolare inquietudine, dopo aver compiuto scelte di livello, importanti e distintive. L'Azienda si e' mossa virtuosamente nel mercato dell'auto che nel triennio 2008-2010 ha vissuto la piu' severa crisi nella propria storia». (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog