Cerca

Puglia: Banca d'Italia, nel 2010 pil regionale ha ristagnato (2)

Economia

(Adnkronos) - La crescita del fatturato si registra ''meno rapida che nella media del Paese ma piu' intensa che nelle altre regioni del Mezzogiorno''. Le prime indicazioni sul 2011 vedono un +6%. Dal 2009 (l'anno peggiore della crisi anche per la Puglia) ''la produzione cresce lentamente e in modo discontinuo''. Dal documento emerge che ''la situazione reddituale delle imprese ha registrato un miglioramento".

"Tuttavia, il basso grado di utilizzo degli impianti e le incertezze sulla situazione economica hanno condizionato gli investimenti che hanno accusato un'ulteriore caduta''. Insomma c'e' poca fiducia tra gli imprenditori. Gli investimenti (nell'industria) sono calati del 16%. Le prime indicazioni sul 2011 vedono una crescita del 7%.

Le vendite all'estero di beni (le esportazioni) hanno registrato un incremento del 20,1% a prezzi correnti. ''E' rimasto debole il posizionamento dei prodotti regionali nei paesi emergenti''. Si tratta dei cosiddetti Bric: Brasile, Russia, India e Cina con una quota di poco superiore al 3% di tutto le esportazioni. ''La quota di export, destinata ai paesi del sud del Mediterraneo - continua la sintesi del documento - e' modesta e l'economia regionale non dovrebbe risentire in maniera diretta dei recenti eventi in quell'area geografica''. Stagnanti l'edilizia e il commercio al dettaglio (rispettivamente 0% e -0,2%). (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog