Cerca

Mostre: il 'Teatro delle esposizioni' all'Accademia di Francia a Roma

Cultura

Roma, 14 giu. - (Adnkronos) - Un'esplosione di generi artistici. L'Accademia di Francia a Roma presenta la seconda edizione del Teatro delle Esposizioni, un evento ideato per mostrare il lavoro degli artisti in residenza a Villa Medici, istituzione che puo' vantare tra i suoi pensionnaires nomi quali: Ingres, Cabanel, David, Berlioz, Debussy, Michael Levinas, Yan Pei-Ming, Laurent Grasso, Marie N'Diaye, ecc. L'edizione di quest'anno, curata da Marcello Smarrelli, si svolgera' nel corso di quattro serate - 21, 24, 27, 30 giugno dalle ore 17.30 alle ore 23.00 - in cui 19 borsisti, artisti, architetti, designer, compositori, scrittori, cineasti, storici dell'arte, partendo dal nucleo fortemente evocativo dell'Atelier del Bosco, occuperanno gli spazi interni e il giardino di Villa Medici con i loro progetti. Il Teatro delle Esposizioni riporta alla mente l'esperienza del Teatro delle Mostre di Plinio De Martiis che nel maggio del '68 a Roma realizzo' un ciclo di mostre mettendo a disposizione lo spazio della sua galleria, La Tartaruga, ad un artista diverso ogni giorno, che con la sua opera cancellava quella dell'artista intervenuto il giorno precedente.

I borsisti dell'Accademia di Francia a Roma sono stati invitati a realizzare un percorso capace di rendere manifesto il mondo di immagini, di suggestioni e di riferimenti culturali legati al loro ambito di ricerca nella citta' di Roma. Nel corso delle quattro serate, il pubblico e' invitato a seguire un programma in cui si susseguono eventi eterogenei, caratterizzati da linguaggi diversi - esposizioni, performance, concerti, installazioni sonore, proiezioni cinematografiche - con lo scopo di offrire un panorama della scena culturale contemporanea francese e internazionale. Alcuni di questi interventi potranno crescere e modificarsi nel corso dei quattro appuntamenti.

Parte dei progetti sono realizzati in comune, altri si avvolgono della collaborazione di alcuni dei personaggi della scena culturale italiana e francese, ma non solo, quali: Je'ro'me Bel, Myriam Gourfink, Enrico Ghezzi, Ettore Favini, Caterina Nelli, Alfredo Pirri, Marco Tirelli, Charlie Jeffery e Jason Glasser, Pascal Contet.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog