Cerca

Sicilia: assessore Armao presenta emendamento per restituzione 20% accise

Economia

Palermo, 14 giu. - (Adnkronos) - Riconoscere alla Sicilia non solo le accise sui prodotti petroliferi raffinati ed immessi in consumo nell'Isola, ma anche una congrua restituzione (20%) delle accise sui prodotti petroliferi raffinati nel territorio regionale ed immessi al consumo nelle altre regioni. E' il fine di un emendamento illustrato oggi in commissione Affari istituzionali dell'Assemblea regionale siciliana, dall'assessore regionale per l'Economia, Gaetano Armao. L'emendamento prevede l'aggiunta di un secondo comma all'articolo 1 del disegno di legge 702 per la modifica dell'articolo 36 dello Statuto siciliano, primo firmatario Michele Cimino.

"Come evidenziato alla commissione - dice Armao - sarebbe opportuno evitare di attivare l'intervento del legislatore sulle norme finanziarie. Cio' anche perche' la questione puo' ritenersi risolta sul piano interpretativo nel negoziato in corso tra Regione e Stato sul Federalismo fiscale sulla base della normativa vigente e che vale circa 1,7 miliardo di euro. Tuttavia, laddove si ritenga di procedere nel percorso intrapreso, appare opportuno estendere la richiesta di modifica normativa in modo da incrementare significativamente le entrate regionali".

Cio' in considerazione della circostanza che la Sicilia raffina il 41% dei prodotti petroliferi consumati nel Paese, mentre se ne immettono in consumo soltanto il 10%. Ma la normativa fiscale prevede che il presupposto d'imposta maturi solo con l'immissione in consumo. In tal modo, la Regione potra' ottenere, dopo 65 anni, non solo quel che le spetta, al pari delle altre Regioni, ma anche rilevanti risorse aggiuntive, anche quale ristoro del danno ambientale e sociale subito per il rilevante contributo offerto al fabbisogno energetico del Paese. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog