Cerca

Atac: Onorato (Udc), deficit e' voragine senza fondo

Economia

Roma, 14 giu. - (Adnkronos) - ''Il bilancio appena approvato dimostra che Atac, costantemente in perdita, e' una voragine senza fondo per i soldi dei cittadini romani. L'azienda di trasporto pubblico piu' grande d'Europa e' ridotta a un carrozzone politico, rifugio per 'amici e parenti di', che pesa come un macigno sulle casse capitoline. E' assurdo che il Pdl gridi vittoria per avere raggiunto appena 100 milioni di deficit, mentre il Pd scarica tutte le responsabilita' del fallimento su Alemanno''. Lo afferma in una nota Alessandro Onorato, capogruppo Udc.

''Di fronte a questo dissesto innegabile - prosegue Onorato - e' sconvolgente la mancanza di un piano industriale che possa garantire il rilancio dell'azienda, la tutela dei lavoratori e i servizi ai cittadini. Ad oggi, per esempio, si continua a ricorrere a costosissimi appalti esterni, con risultati pessimi dal punto di vista della qualita', rinunciando a investire nella preparazione e nelle competenze dei dipendenti dell'azienda''.

''Ma il fatto piu' grave - conclude il capogruppo Udc - e' che, procedendo con la vendita degli immobili di Atac Patrimonio senza un piano industriale che garantisca l'equilibrio finanziario, si rischia di sprecare l'ultima possibilita' di rimettere in carreggiata l'azienda: se anche i 400 milioni derivanti dalla valorizzazione degli ex depositi di Atac saranno inghiottiti dalla voragine senza fondo, niente e nessuno potra' piu' salvare l'azienda dal fallimento''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog