Cerca

Fiat: Marchionne, non resteremo in Confindustria se comporta ostacoli (2)

Economia

(Adnkronos) - "Per il momento non ho firmato nessuna lettera", assicura Marchionne, ribadendo l'intenzione di Fiat di "non rimanere in qualche maniera associata con una organizzazione che offre ostacoli legali, che da' opportunita' a persone che hanno perso il referendum di appigliarsi a procedure legali e su accordi legali che non interessano alla Fiat". A chi domanda se giudica positivamente gli spiragli aperti da Confindustria Marchionne replica: "la Fiat non ha bisogno di spiragli, la nostra posizione su questa vicenda e' assolutamente chiara. Abbiamo lavorato in modo molto preciso e piuttosto dettagliato su come arrivare ad un livello di flessibilita' necessario per gestire gli stabilimenti e abbiamo ricevuto il voto della maggioranza dei nostri lavoratori e a noi interessa solo questo".

"Stiamo analizzando quali sono le nostre opzioni - prosegue ancora il manager del Lingotto- apprezzo quello che sta facendo Confindustria, la cosa importante e' vedere se arriviamo allo stesso punto, allo stesso tempo, se no la Fiat si ritiene in tutti i diritti che ha sempre avuto di rimanere o non rimanere in Confindustria. Le nostre intenzioni sono buone, puo' darsi che non convergano in quelle loro", conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog