Cerca

Genova: la difesa punta su sms e telefonate oscene, 'dimostrano delirio don Seppia'/Il punto (4)

Cronaca

(Adnkronos) - Al telefono con Alfano don Seppia si vanta anche del fatto che un altro ragazzo, D., e' andato a trovarlo in parrocchia. Ma proprio D. ha riferito di avere con il sacerdote ''il classico rapporto che si ha con il parroco della Chiesa'' e di non avere mai notato atteggiamenti equivoci neppure nei confronti di altri ragazzi, ''prova evidente - secondo Bonanni - del fatto che gli atteggiamenti tenuti dal Seppia non solo nei confronti dei ragazzi, ma anche in merito ad altri argomenti potevano essere delle vanterie mai riferite a realta' concrete e in essere ovvero in divenire, tanto in campo sessuale quanto in capo di stupefacenti''.

''Nel complesso delle intercettazioni captate sull'utenza cellulare - spiega Bonanni - traspare in maniera evidente come sovente il parroco odierno indagato inviasse messaggi a piu' soggetti in completo stato di eccitazione derivante dall'assunzione di stupefacenti, senza probabilmente rendersi conto di cio' che stesse scrivendo e/o facendo''. Il sacerdote ''in preda all'eccitazione sessuale e per il consumo di sostanze, iniziava ad inviare messaggi e ad effettuare telefonate dal contenuto pornografico e blasfemo''.

I messaggi (tutti diretti a maggiorenni), conditi di bestemmie, sono impressionanti: tra i piu' soft, quelli in cui si dice di volere ''avere dei ragazzini'', e poi, ''organizziamo orgia da me?'', ''conosci ragazzini''? ''ho voglia di porcate estreme'', ''hai trovato bambino''?. ''Appare evidente - argomenta l'avvocato - come le richieste siano totalmente svincolate dalla realta' e dalla disponibilita' di minori o di stupefacente dei soggetti ai quali i messaggi erano diretti, sono legate unicamente al consumo di stupefacente, tanto e' vero che ''non vengono e non possono essere in alcun modo soddisfatte dai destinatari''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog