Cerca

Corruzione: accordo tra governo e Pd-Idv su emendamento, Terzo polo non ci sta

Politica

Roma, 14 giu. - (Adnkronos) - Trovato l'accordo al Senato tra governo e Pd e Idv per il nuovo emendamento sul dl anticorruzione in merito all'autorita' di controllo. Nel testo, si indica l'organismo nella Commissione per la valutazione, la trasparenza e l'integrita' delle amministrazioni pubbliche (Civit), costituito da cinque componenti nominati dal presidente della Repubblica su proposta del ministro della Funzione pubblica. Ma il terzo polo non ci sta: la lotta alla corruzione ''non si fa con un'Autorita' nominata dal governo'', avverte il presidente dei senatori Udc, Giampiero D'Alia.

"La proposta del governo di attribuire alla Civit funzioni di Autorita' nazionale anticorruzione -spiega- ci pare sbagliata perche' non garantisce alcuna efficace lotta a un fenomeno che ormai e' diventato una vera emergenza nazionale". "Ci meraviglia pertanto - aggiunge il capogruppo centrista - che altri gruppi dell'opposizione diano il loro assenso a un'intesa che ha il sapore dell'inciucio inconsistente".

"Se si vuole fare una seria lotta alla corruzione, che come ha ricordato la Corte dei Conti ha un carattere ormai 'patologico' nella pubblica amministrazione e agli italiani costa 60 miliardi l'anno, cioe' mille euro a testa (inclusi i neonati), la via maestra - conclude D'Alia - e' quella di dotarsi di una vera e autorita' indipendente che abbia reali poteri di prevenzione, controllo e sanzione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog