Cerca

Roma: omicidio a San Basilio, spunta ipotesi lite per un debito

Cronaca

Roma, 15 giu. - (Adnkronos) - Ci sarebbe un regolamento di conti legato a un debito non saldato, e non una lite per viabilita', dietro all'omicidio di Marco Calamanti, 47 anni, ucciso ieri pomeriggio a San Basilio (Roma). Secondo gli investigatori e' stata un'aggressione troppo violenta perche' possa essere riconducibile a una banale lite nel traffico. Avvalorano la stessa ipotesi sia l'atteggiamento del figlio della vittima, 19 anni, restio a collaborare, sia il fatto che il 47enne avesse alcuni precedenti per droga. La vittima era originaria di Castel Madama, ma abitava alla Rustica.

Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Montesacro, che hanno sentito diversi testimoni. Quanto all'arma usata per l'omicidio potrebbe trattarsi di una spranga, anche se nel corso dell'aggressione sarebbero state viste anche altre armi improprie.

Secondo una prima ricostruzione il 47enne e il figlio sarebbero andati a casa del debitore poco prima dell'aggressione. Piu' tardi, mentre erano in auto all'angolo tra via Recanati e via del Casale di San Basilio, sono stati avvicinati dal debitore e da un'altra persona, che hanno infranto i vetri della loro auto. Quando il 47enne e' sceso dalla macchina e' stato colpito alla testa. I due aggressori sono infine fuggiti a bordo di un'auto scura. I carabinieri sono gia' sulle loro tracce e non e' escluso che possano rintracciarli a breve.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog