Cerca

Pedaggi: Gasbarra, sul Gra e Roma- Fiumicino una tassa occulta da 50 milioni di euro

Economia

Roma, 15 giu. - (Adnkronos) - "Questo pedaggio nasce da una necessita' precisa: quello che si ricavera' servira' a ripianare il debito dello Stato e non un euro andra' al territorio. Un'alternativa dovrebbe essere accompagnata da una nuova entrata. Al momento siamo solo in attesa dell'approvazione del dpcm che fissera' le tariffe e le modalita' di pedaggiamento di 1.200 chilometri di rete Anas in 26 province e 12 regioni". Lo afferma Enrico Gasbarra ex presidente della Provincia di Roma, membro della Comissione trasporti della Camera dei deputati, in un'intervista al quotidiano 'Il Sole 24 Ore', in merito alpedaggio sul Gra e sulla Roma-Fiumicino.

"I transiti medi al giorno sono sono piu' o meno 167 mila sul Gra e 80 mila sulla Roma-Fiumicino. Facendo i calcoli - precisa Gasbarra - viene fuori un prelievo di 50 milioni di euro l'anno. Una tassa che sara' scontata da cittadini, imprese artigiane, turisti. E non credo sia possibile escludere i pendolari. Come si fa a stabilire chi lo e' realmente? E, comunque, il cittadino romano paghera', e allo stesso modo, tutti quelli che si sono trasferiti fuori Roma per i costi troppo alti della citta' saranno gravati da questo nuovo balzello". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog