Cerca

Governo: Alemanno, Pontida non puo' essere ultimatum Lega

Politica

Roma, 15 giu. - (Adnkronos) - "Il fatto che Pontida diventi un ultimatum non e' accettabile per questo governo noi abbiamo bisogni diversi e necessita' differenti pero' c'e' un punto di riferimento che e' il programma elettorale che e' stato sottoscritto da tutti da cui non ci si puo' discostare". Lo ha dichiarato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno intervenuto stamane alla trasmissione 'un caffe' con' su Sky Tg24 tornando sui rapporti tra Pdl e Lega dopo i risultati delle amministrative e dei referendum.

"Non sono arrabbiato con la Lega pero' sono stanco delle continue provocazioni ed aggressioni della Lega sia come sindaco di Roma Capitale che come esponente del Pdl'', ha aggiunto.

"Ci sono delle responsabilita' anche della Lega nelle recenti 'sberle' prese dal centrodestra - ha proseguito Alemanno - gli attacchi eccessivi contro il Sud e contro Roma e il non aver capito quanto sarebbe stato importante festeggiare il 150esimo anniversario dell'unita' nazionale con maggiore partecipazione ha quasi rischiato di consegnare il Paese alla sinistra, e' stato un colpo indietro eccellente". "I ministeri al Nord non fanno parte del programma elettorale - ha detto con fermezza Alemanno - noi siamo d'accordo sul federalismo, ridurre i ministeri, snellire la burocrazia, sul decentramento, ma non a smembrare una Capitale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog