Cerca

Governo: Bondi, bagno umilta', non provvedimenti affrettati

Politica

Roma, 15 giu. - (Adnkronos) - ''Vorrei che le mie parole venissero intese come un accorato e disinteressato contributo ad un'esperienza politica, alla quale anch'io ho partecipato in qualita' di ministro, che a mio avviso porta un segno complessivamente positivo, tanto piu' se confrontata alle dimensioni della crisi economica che ci ha investito, e che non ha in questo momento una credibile e seria alternativa di governo''. Lo sottolinea Sandro Bondi, coordinatore nazionale del Pdl.

''Io penso -dice- che oggi il Pdl e la Lega, che nutrono le stesse ambizioni storiche di modernizzare e di liberare l'Italia dai pesi che ne soffocano le potenzialita' si sviluppo, dovrebbero applicarsi innanzitutto a capire che cosa e' cambiato nella realta' italiana, sia nelle regioni del Nord che del Sud, e di predisporsi ad ascoltare pazientemente i propri elettori. Questo bagno di concretezza e di umilta', piu' che l'adozione di provvedimenti o di decisioni affrettate, e' la condizione fondamentale per riprendere la strada delle riforme di cui l'Italia ha assolutamente bisogno''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog