Cerca

Roma: non vuole pagare parrucchiere e perseguita proprietarie negozio, arrestata

Cronaca

Roma, 15 giu. - (Adnkronos) - Non voleva pagare il servizio del parrucchiere di cui aveva usufruito, per un valore di oltre 300 euro, ma dopo che il conto e' stato saldato dal marito ha iniziato a perseguitare con minacce e aggressioni le proprietarie del centro estetico. Dopo la denuncia delle vittime, la stalker, una donna di 50 anni, C.S., calabrese, e' finita agli arresti domiciliari.

La storia inizia nell'aprile scorso in un centro estetico di Roma dove una donna ha prima usufruito dei servizi di parrucchiere per una prestazione che superava i 300 euro e poi non ha pagato la dovuta somma. Di fronte all'insolvenza della donna le due proprietarie del centro estetico, madre e figlia, si sono rivolte al marito della debitrice, gestore di una macelleria nella stessa zona, che ha saldato il conto.

Da quel momento per le due estetiste e' iniziata una serie continua di offese da parte della cliente insoddisfatta, minacce ed aggressioni, anche in presenza di testimoni, che le ha costrette a denunciare i fatti alla Polizia. Le donne hanno raccontato agli agenti tutti gli episodi persecutori, di cui erano state vittime, inclusi il lancio di un coltello da macellaio, che solo per una fatalita' non ha avuto conseguenze. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog