Cerca

Sanita': inchiesta in Piemonte, interesse politico dell'assessore

Cronaca

Torino, 15 giu. (Adnkronos) - ''Emerge un'attenzione a certi risvolti politici: l'interesse generale che dovrebbe presiedere all'operato della pubblica amministrazione si combina con altri profili". Lo ha detto il procuratore generale di Torino, Giancarlo Caselli durante la conferenza stampa di questa mattina seguita alla notifica degli arresti domiciliari all'ex assessore alla sanita' del Piemonte, Caterina Ferrero, nell'ambito dell'inchiesta della procura sulla sanita' piemontese.

Gli inquirenti hanno evidenziato la presenza di un 'modus operandi' dell'agire in campo sanitario e spiegato la misura con il rischio di reiterazione del reato. Il procuratore aggiunto, Andrea Beconi, ha sottolineato che l'accordo con Federfarma per distribuire i pannoloni, reato ritenuto consumato gia' con la revoca del bando regionale con delibera dell'assessore, era stato adottato "non nell'interesse pubblico ma con motivazioni eminentemente politiche di Ferrero e Gambarino che hanno organizzato diversi incontri con i farmacisti per sostenere alcuni soggetti che si presentavano alle elezioni amministrative". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog