Cerca

Sanita': inchiesta in Piemonte, interesse politico dell'assessore (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Una scelta, hanno confermato i magistrati, che non sarebbe stata affatto economica, al contrario di quanto invece sostenuto durante gli interrogatori da Luciano Platter e Marco Cossolo, presidente e Segretario di Federfarma Piemonte. Anche sull'episodio dell'apertura del servizio di emodinamica a Chivasso (To), la procura sostiene che si tratto di una scelta fatta per favorire il candidato sindaco uscente del Pdl, Bruno Matola, sconfitto poi alle elezioni dall'avversario di centro sinistra.

Secondo il gip, la Ferrero avrebbe potuto reiterare i reati anche perche' "ha mantenuto il ruolo di assessore" ha spiegato Beconi. La Ferrero infatti, il 27 maggio scorso, aveva rimesso le deleghe alla sanita' ma aveva pero' conservato la nomina in giunta. "Per il suo ruolo - ha aggiunto Beconi - avrebbe potuto continuare ad influenzare le decisioni amministrative".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog