Cerca

Toscana: Cna, il manifatturiero spinge la ripresa dell'artigianato (2)

Economia

(Adnkronos) - La conferma del peso economico dell'artigianato toscano non deve nascondere i numeri della crisi: il 2010 si e' chiuso ancora con segno negativo (-10,5% il fatturato rispetto al 2009), ma nel secondo semestre 2010 la caduta e' rallentata e indicazioni incoraggianti provengono dal sistema manifatturiero, dove anche la dinamica dei costi d'esercizio evidenzia recupero dei consumi e stabilizzazione delle retribuzioni (su cui puo' aver pesato anche l' ''effetto-Cig'').

L'andamento dell'artigianato toscano nel 2010 non e' omogeneo ne' costante tra settori e territori. La contrazione del fatturato artigiano nel 2010 (-323,7milioni di euro) e' in larga parte nel settore costruzioni (-277milioni di euro circa), mentre la ripresa del manifatturiero, collocabile tra luglio e dicembre (oltre 120milioni di ricavi), fa da traino anche ad alcuni settori dei servizi.

- Costruzioni - La contrazione del fatturato dell'edilizia e' -19,8% rispetto al 2009, nel secondo semestre 2010 -21,9% /il comparto ha bruciato a livello regionale circa 410milioni di euro). Purtroppo a una situazione gia' di grave difficolta' per la contrazione della domanda sia pubblica che privata, si sono aggiunte anche le ripercussioni negative trasmesse dalla filiera delle costruzioni ed originate dalle imprese maggiori del settore. (seguer)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog