Cerca

Mafia: Maroni, non c'e' regione o area che ne sia immune

Cronaca

Roma, 15 giu. - (Adnkronos) - "Non c'e' regione o area in Italia che possa considerarsi immune dalla presenza della mafia". E' quanto avverte il ministro dell'Interno Roberto Maroni, intervenendo, oggi a Roma, al congresso della Uil-polizia dedicato ai temi del lavoro, della sicurezza e dello sviluppo. "La presenza della criminalita' organizzata nel Nord -osserva- e' un fatto storico che risale agli anni Settanta e ai soggiorni obbligati che hanno esteso il cancro mafioso e hanno creato metastasi. Oggi la Lombardia -ricorda- e' la quarta regione italiana per numero di sequestri e di confische di beni legati alla criminalita' organizzata".

Il titolare del Viminale auspica a tal proposito che "entro 60 giorni, il Parlamento si esprima dando il suo parere sul testo unico delle leggi antimafia. Noi ci siamo concentrati -sottolinea- sulle aggressioni ai patrimoni, per colpire la criminalita' organizzata al cuore e cioe' nel suo portafoglio".

Negli ultimi tre anni, sono stati oltre 46 mila i beni sottratti ai clan per un valore di 21,5 miliardi di euro con un incremento pari a cinque volte rispetto al triennio precedente. "E' un risultato senza precedenti -afferma Maroni- ma c'e' ancora tanto da fare se si considera che la 'Mafia spa', in tutte le sue articolazioni ha un giro d'affari che supera i 200 miliardi di euro l'anno al netto dei costi e esentasse, disponendo di capitali enormi per un business criminale globale che inquina anche l'economia sana".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog