Cerca

Toscana: Cna, il manifatturiero spinge la ripresa dell'artigianato (3)

Economia

(Adnkronos) - Questo e' ad esempio il caso della Btp (Baldassini Tognozzi Pontello) il cui indotto di fornitori e terzisti e' particolarmente concentrato per numerosita' di imprese nelle province di Firenze e Prato; una parte di queste imprese sono in posizione di assoluta dipendenza dalla committenza principale (con punte critiche del 70/80% come quota di fatturato detenuta dalla Btp) ed esposte, oltre al rischio di mancata-parziale-ritardata riscossione dei propri crediti, alla difficolta' (per alcune imprese di fatto insormontabile) di rivitalizzare e ribilanciare il proprio portafoglio clienti proprio in un momento cosi' asfittico della domanda che si rivolge al settore.

E' difficile, prosegue il rapporto di Cna Toscana, stabilire se il fatturato dell'edilizia artigiana nelle province tipiche dell'indotto Btp, Firenze e Prato, abbia risentito degli effetti della crisi finanziaria di questa importante committenza gia' sui conti del 2010; certo e' che, per l'edilizia artigiana di queste due province, la flessione dei ricavi e' gia' stata particolarmente pronunciata nel 2010 e superiore, in negativo, a quella pur pesante del resto della Toscana.

Anche le prospettive, purtroppo, appaiono poco confortanti in un quadro che sempre piu' sta assumendo i contorni dell'emergenza e come tale deve essere considerato in termini di strategie di intervento e di azioni di mitigazione degli effetti della crisi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog