Cerca

Lucca: cinque arresti, nel mirino ristrutturazione stadio e centro residenziale (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Al momento il sindaco Mauro Favilla (Pdl) non risulta indagato, anche se il procuratore capo di Lucca Aldo Cicala, alla domanda se fosse indagato anche il primo cittadino, ha risposto ai giornalisti: "Non fatemi dire cose che non posso dire", assicurando che "le indagini avanzano in maniera serrata". La segreteria del sindaco ha chiesto i documenti alla Procura.

L'operazione 'Volpe del deserto', condotta dai carabinieri, e' coordinata dal sostituto procuratore di Lucca, Fabio Origlio. I cinque arrestati sono accusati di reati contro la pubblica amministrazione, per aver "creato uno stabile accordo corruttivo con promesse e dazioni di denaro, finalizzato all'adozione ed approvazione di provvedimenti che consentissero la realizzazione di importanti progetti edilizi e urbanistici".

Incontrando la stampa, Favilla ha risposto a sua volta: "Se sono indagato? Non lo so. Non ho avviso di garanzia". Quanto ai capi di imputazione dell'inchiesta, il sindaco ha aggiunto: "Sono tutti atti compiuti dall'amministrazione nell'interesse della citta'", e "la variante dello stadio e' a beneficio del Comune". Il sindaco ha detto comunque di essere "certamente tranquillo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog