Cerca

Lucca: cinque arresti, nel mirino ristrutturazione stadio e centro residenziale

Cronaca

Lucca, 15 giu. - (Adnkronos) - Ci sono gli "interventi immobiliari costistenti quali la ristrutturazione dello stadio comunale Porta Elisa e il centro residenziale Sant'Anna" al centro dell'inchiesta della procura di Lucca, che stamane ha portato all'arresto di cinque persone, tra cui l'assessore alla Mobilita' con delega allo Stadio, Marco Chiari. Per lui come per gli altri quattro arrestati, l'accusa e' di corruzione.

In manette anche il dirigente dell'Ufficio urbanistica del Comune, Maurio Tani. Ai domiciliari Andrea Ferro, ingegnere, figlio del presidente del Tribunale di Lucca; Luca Antonio Ruggi, dello studio professionale di Chiari, e Giovanni Valentini della societa' Valore di Prato ed ex azionista della Lucchese, che proprio ieri pomeriggio ha ceduto le quote di maggioranza della squadra di calcio.

L'inchiesta prende il via dagli esposti presentati da un gruppo consiliare che era interno alla maggioranza della Giunta di Luca, retta dal sindaco Mauro Favilla (Pdl). I due consiglieri comunali di 'Governare Lucca' hanno presentao denuncia riguardo al progetto di ristrutturazione dello stadio Porta Elisa e alla concessione edilizia nel parco di Sant'Anna. Il progetto dello stadio, secondo 'Governare Lucca', non era concepito nel rispetto delle regole e degli interessi della citta'. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog