Cerca

Milano: Confesercenti, citta' sostenibile si' ma senza ostacoli a negozi

Cronaca

Milano, 15 giu. - (Adnkronos) - "La legittima vocazione ad una citta' sostenibile non puo' creare barriere ed ostacoli alla fruizione dei servizi che vi sono insediati, a partire da quelli commerciali". Lo afferma la Confesercenti, dopo il risultato del referendum consultivo cittadino su Ecopass, in cui la maggioranza dei votanti si e' espressa per un potenziamento dello strumento di controllo del traffico automobilistico nel centro cittadino creato dalla Giunta Moratti. Secondo la Confesercenti "l'esito del referendum sull'Ecopass ha raccolto la partecipazione di meno della meta' dei milanesi e pur prendendo atto del risultato, occorre ribadire che la sua estensione o l'incremento delle tariffe, sarebbe dannosa per le attivita' insediate nella zona Ecopass".

A detta della Confesercenti "il commercio milanese e' una delle componenti economiche e di richiamo di visitatori piu' rilevanti della citta' e sta faticosamente uscendo da una delle peggiori crisi economiche e finanziarie della storia italiana". Per la Confesercenti "occorre quindi valutare gli effetti negativi che avrebbe sulla rete commerciale l'estensione dell'Ecopass, poiche' rischierebbe di frenare l'ingresso e favorire l'esodo verso i centri commerciali, che assediano la periferia milanese".

Mauro Toffetti, presidente dell'associazione, ribadisce che''Confesercenti Milano e' contraria all'Ecopass, poiche' non lo considera una misura decisiva per l'abbattimento dell'inquinamento in citta', che e' dovuto principalmente ad altre ragioni (in primis il sistema di riscaldamento)''. Per Confesercenti "non e' con le barriere che si rende la citta' piu' vivibile, ma con un sistema di servizi di trasporto pubblico piu' moderni ed efficienti che ne incentivino l'uso e su questo tema c'e' ancora tantissimo da fare. Si inizi da qui".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog