Cerca

Caso Yara: un solo assassino, prima ha tentato di violentarla/Adnkronos (2)

Cronaca

(Adnkronos) - "I confronti su Dna sono quotidiani" dice un investigatore, centinaia quelli realizzati negli ultimi mesi. "Non solo a Bergamo o Piacenza, stiamo indagando anche su persone di altre province", aggiunge. Tra gli ultimi ad essere stati sottoposti all'analisi del tampone salivare due autotrasportatori residenti a Piacenza e una coppia originaria della bergamasca. 'Sospettati' perche' il loro cellulare 'ha agganciato' la cella della zona di ritrovamento del corpo di Yara in un orario compatibile con l'omicidio.

Non solo. Dopo le centinaia di audizioni, si continua ad analizzare gli elementi trovati sul luogo del delitto e gli oggetti trovati accanto al corpo della 13enne. Inizialmente le indagini si sono concentrate sui due profili genetici trovati dalla polizia su un guanto nero che la giovane aveva nella tasca del suo giubbotto. "Non si sa a chi appartengono e che potrebbero non avere nulla a che fare con l'assassino", ricordava solo due giorni fa il pm Ruggeri. Due profili che, proprio perche' su un oggetto di uso quotidiano potrebbero non aver nulla a che fare con chi ha ucciso Yara.

Sicuramente 'innocente' e' il quarto profilo genetico trovato sul giubbotto che Yara indossava la sera della scomparsa. "Questo profilo e' stato scartato, perche' sicuramente estraneo", assicura un inquirente. Il profilo, secondo indiscrezioni, appartiene a un'insegnate di ginnastica ritmica che conosceva la 13enne. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog