Cerca

Toscana: Lega Nord su caso Comunita' montana Appennino Pistoiese

Cronaca

Firenze, 15 giu. - (Adnkronos) - ''Sottrazione di cifre considerevoli da parte di un dipendente della comunita' montana Appennino Pistoiese?'' La Lega Nord Toscana, dopo la notizia ampiamente diffusa dagli organi di stampa locali, ha presentato un'interrogazione in Consiglio Regionale. Firmatari dell'atto, tutti e tre i consiglieri regionali del Carroccio: il capogruppo Antonio Gambetta Vianna, la vicecapogruppo Marina Staccioli e Gian Luca Lazzeri.

A spiegare i motivi della mozione e' il primo firmatario, Antonio Gambetta Vianna. ''La Giunta regionale -spiega- gia' da diversi mesi si sta muovendo verso una riforma del sistema delle autonomie locali. La 1° commissione ''Affari istituzionali, programmazione e bilancio'' ha espresso, per mezzo di una risoluzione, un parere favorevole al documento preliminare della Giunta illustrato dall'assessore Riccardo Nencini. In questo atto si indica come via da perseguire con maggiore determinazione quella della fusione dei Comuni. Questo anche come superamento delle comunita' montane, per le quali, oltretutto, si prevede la soppressione''.

Il consigliere regionale originario di Pistoia prende atto che ''nella Giunta dei sindaci della comunita' montana dell'Appennino Pistoiese e' stata bocciata la richiesta di istituire una commissione d'inchiesta, volta a far luce sull'ammontare dell'ammanco, nonche' sul funzionamento del sistema dei controlli. Si teme che oggi l'attivita' della comunita' montana sia di fatto paralizzata o, comunque, depotenziata nella sua capacita' di dare risposte concrete alle comunita' dell'Appennino Pistoiese''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog