Cerca

Giornalista Aki: cognato, cosi' agenzia contribuisce a liberta' stampa Pakistan

Esteri

Islamabad, 15 giu. - (Adnkronos/Aki) - L'agenzia di stampa AKI - ADNKRONOS INTERNATIONAL ''con la sua immagine di primo piano nei media stranieri puo' contribuire a focalizzare l'attenzione sulla sicurezza e su altre questioni che i giornalisti affrontano in un Paese che e' in stato di guerra'', il Pakistan. E' questa l'analisi di Hamza Ameer, cognato del giornalista di Aki Saleem Shahzad, corrispondente di Aki e collaboratore de ''La Stampa'', il cui corpo senza vita e' stato ritrovato il 31 maggio a 150 chilometri da Islamabad.

Oggi i giornalisti hanno tenuto un sit-in davanti al parlamento nazionale e a quelli locali in Pakistan per chiedere un'inchiesta indipendente sulla morte di Shahzad e chiedendo che venga messa la parola 'fine' a simili delitti. "I giornalisti in Pakistan hanno compreso l'importanza della sicurezza e hanno ricevuto minacce'', dice Ameer contattato da Aki.

''I giornalisti devono avere la liberta' di riportare i fatti e non essere costretti a farlo o a subire pressioni da entita' superiori. Loro e le loro famiglie devono essere garantiti, questo e' compito del governo'', spiega. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog