Cerca

Giornalista Aki: Pino Buongiorno, appello ad Aki e Fnsi per mobilitazione

Esteri

Roma, 15 giu. - (Adnkronos/Aki) - ''Solo una mobilitazione che parte dall'Italia, e che raccolga firme e solidariera' per Saleem, puo' essere in grado di fare pressione sul governo del Pakistan e ottenere un'inchiesta indipendente sulla morte del giornalista ucciso''. Ne e' convinto l'inviato di 'Panorama' Pino Buongiorno, che ad AKI - ADNKRONOS INTERNATIONAL ricorda con stima la figura del collega Syed Saleem Shahzad, corrispondente di AKI e collaboratore de La Stampa, ucciso in Pakistan e il cui corpo senza vita e' stato trovato il 31 maggio a 150 chilometri da Islamabad.

''Rivolgo un appello ad AKI, alla Fnsi e a tutti i giornalisti che si sono occupati di terrorismo e che hanno conosciuto Saleem affinche' si mobilitino per la sua memoria. Solo cosi' possiamo dare forza ai giornalisti che stanno in Pakistan e fare pressioni sul governo'' di Islamabad, ha sottolineato Buongiorno, per ''evitare che da Mosca a Islamabad i giornalisti finiscano come Saleem. Bisognerebbe promuovere -ha spiegato- una mobilitazione che abbia echi internazionali coinvolgendo Reporter sans frontieres e altre organizzazioni internazionali che possano fare pressioni sul governo del Pakistan''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog