Cerca

Lucca: cinque arresti, per accusa tangenti nascoste nelle fatture

Cronaca

Lucca, 15 giu. - (Adnkronos) - Si sarebbe celato dietro il pagamento di fatture emesse da due professionisti il passaggio di somme di denaro tra l'imprenditore Giovanni Valentini e l'assessore del Comune di Lucca Marco Chiari, due dei cinque arrestati stamane dai carabinieri con l'accusa di corruzione. E' quanto trapela da fonti giudiziarie lucchesi. I compensi illeciti, secondo l'accusa, sarebbero servizi ad agevolare l'adozione di provvedimenti urbanistici ed edilizi.

Nel mirino della Procura ci sono interventi immobiliari consistenti, in particolare la ristrutturazione dello stadio comunale Porta Elisa e il centro residenziale Parco di Sant'Anna. Le somme sarebbero state fatturate dall'ingegner Andrea Ferro e dall'architetto Luca Ruggi alla Valore spa di Giovanni Valentini, e poi girate all'assessore.

In manette e' finito anche il dirigente dell'ufficio comunale di Urbanistica, Maurizio Tani. Ruggi, Ferro e Valentini sono invece ai domiciliari. L'inchiesta, partita un anno fa a seguito di una denuncia del gruppo consiliare 'Governare Lucca', e' coordinata dal sostituto procuratore Fabio Origlio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog