Cerca

Batterio killer: Cia Toscana, no ad allarmismi mediatici

Cronaca

Firenze, 15 giu. - (Adnkronos) - No ad allarmismi mediatici sulla vicenda del batterio killer (Escherichia Coli), che sta preoccupando da settimane l'Europa. Lo afferma la Cia Toscana preoccupata per le conseguenze devastanti per l'ortofrutta toscana.

''La scarsa informazione, le notizie contraddittorie e la lungaggine con cui e' stata gestita la vicenda dalle autorita' sanitarie tedesche - sottolinea la Cia Toscana in una nota - ha messo in ginocchio le imprese ortofrutticole, con un danno economico per l'intero settore in Italia, a causa della caduta dei consumi, blocco dell'export, distruzione del prodotto''.

''Il caso Escherichia coli - osserva la Cia Toscana - e' scoppiato proprio a ridosso delle grandi campagne di raccolta, e ora centinaia di stagionali (soprattutto extracomunitari) temono di rimanere disoccupati se la situazione non torna rapidamente alla normalita'. Giugno e luglio infatti sono i mesi clou per la raccolta di frutta e ortaggi. Va inoltre rilevato come un processo di riconversione della nostra agricoltura che vedeva nell'ortofrutta una possibile occasione di reddito, specialmente in alcune zone della regione, rischia seriamente di essere compromesso da questa vicenda''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog