Cerca

Batterio killer: Cia Toscana, no ad allarmismi mediatici (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Quella dell'E.coli - afferma Giordano Pascucci, presidente Cia Toscana - e' pero' l'ultimo anello di una catena di emergenze che hanno devastato la nostra agricoltura e l'intera filiera agroalimentare. Negli ultimi dieci anni gli allarmismi ingiustificati e ''gonfiati'' da esagerate campagne mediatiche, creando psicosi vere o presunte tra i cittadini, hanno provocato un crollo verticale dei consumi, causando un danno che raggiunge la cifra record di oltre 5 miliardi (in Italia) di euro pur in presenza di un sistema sanitario italiano che in tema di controlli e sicurezza alimentare, si e' rilevato uno dei piu' efficienti''.

La Cia Toscana chiede un atteggiamento serio e responsabile dei media nel trattare questi argomenti, la messa in campo di strumenti ed azioni da parte delle istituzioni per tutelare la salute dei consumatori, i produttori agricoli e quanti a diverso titolo sono impegnati all'interno delle filiere produttive agroalimentari.

''E' urgente - auspica la Cia regionale - che la Commissione Europea ed il Governo Italiano promuovano una campagna di comunicazione rivolta ai consumatori per una corretta informazione; e' necessario fare il massimo sforzo possibile per ripagare i danni subiti dall'intero comparto e che gli indennizzi proposti dalla Commissione UE siano totali e non parziali, altrimenti c'e' il serio rischio che molti produttori escano dal mercato. Ritiene infine giusto che a pagare non sia solo l'Europa, ma anche e soprattutto la Germania, che ha delle responsabilita' enormi''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog