Cerca

Rcs: Cdr Periodici, indignati per silenzio azienda su voci vendita testate

Economia

Milano, 15 giu. (Adnkronos) - "I giornalisti della Rcs Periodici sono indignati per il colpevole silenzio di azionisti e vertici aziendali sulle voci di vendita di una parte delle nostre testate. Silenzio che oggi appare ancora piu' sconcertante alla luce delle notizie di cronaca sull'arresto di Luigi Bisignani, faccendiere piduista, nelle ultime ore coinvolto in un'altra inchiesta su una presunta organizzazione criminale, la P4". Lo comunica il Cdr di Rcs Periodici, in una nota, alla vigilia del comitato esecutivo di Rcs Mediagroup.

"Bisignani - continua il Cdr - e' uomo legato alle aziende dei fratelli Farina, accreditati tra i possibili acquirenti del pacchetto di giornali della Periodici. Azionisti e management di Rcs Mediagroup vogliono davvero accostare il proprio nome a questo tipo ambienti e personaggi? I giornalisti di Rcs Periodici diffidano l'azienda dal proseguire su questa strada e si aspettano una decisa smentita da parte dei soci che domani si riuniranno nel comitato esecutivo".

"Una smentita che a questo punto - prosegue il Cdr - appare improcrastinabile anche a tutela del buon nome delle testate giornalistiche e del gruppo editoriale. I giornalisti della Rcs Periodici da questo momento sono in assemblea permanente e si riservano ulteriori forme di mobilitazione a tutela e garanzia dell'occupazione, dell'indipendenza e dell'autonomia professionale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog