Cerca

Calcio: Disciplinare, Mazzini alterava risultati per interessi di singoli

Sport

Roma, 15 giu. - (Adnkronos) - ''E' sufficiente considerare che nelle sentenze rese e' stata accertata 'la straordinaria ed efficiente gravita' delle condotte''' e il '''disprezzo mostrato verso la prestigiosa carica di vicepresidente federale''', La Commissione Disciplinare della Figc motiva cosi' la radiazione disposta per Innocenzo Mazzini, ex vicepresidente della Figc inibito per 5 anni nei procedimenti sportivi del 2006 legati allo scandalo di calciopoli.

Le ''condotte'' di Mazzini, secondo l'organo giudicante, hanno ''evidenziato in modo inequivocabile e serio 'slealta', scorrettezza e assenza di senso di probita''. E' stata rilevata altresi' la 'ripetizione dei comportamenti antisportivi del Mazzini, posti in essere per un notevole lasso di tempo e certamente riconducibili al medesimo illecito disegno, atto ad alterare il risultato sportivo, per favorire interessi di singoli'''.

La Disciplinare ha considerato circostanza aggravante ''la posizione di garanzia'' di Mazzini che ''nella sua qualita' di vicepresidente federale della Figc aveva il dovere sportivo e giuridico di vigilare sul corretto svolgimento della manifestazioni ed in particolare di prevenire la creazione di giochi di potere, idonei a sconvolgere il corretto e leale svolgimento delle gare sportive e del campionato''. La condotta dell'ex numero 2 della federcalcio ''cosi' come accertata nelle sentenze rese, risulta palesemente incompatibile con i principi di lealta', correttezza e probita' ai quali l'ordinamento sportivo non puo' abdicare, pena la sua irrimediabile caduta di credibilita' e financo la sua stessa sopravvivenza''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog