Cerca

Giornalista Aki: reporter Liberation, stampa tiene in vita democrazia in Pakistan

Esteri

Parigi, 15 giu. - (Adnkronos/Aki) - ''La poca liberta' d'informazione in Pakistan mantiene in vita quel che rimane della democrazia nel paese asiatico''. E' quanto afferma Jean Pierre Perrin, corrispondente dal Pakistan per Liberation ad AKI-ADNKRONOS INTERNATIONAL, nel giorno in cui la stampa pakistana si e' mobilitata per chiedere un'inchiesta indipendente sulla morte del corrispondente di AKI e collaboratore del quotidiano 'La Stampa', Syed Saleem Shahzad, ritrovato morto il 31 maggio. ''Sono stati uccisi 16 giornalisti pakistani negli ultimi mesi, tutti a causa delle loro inchieste - dichiara Perrin - Dal momento in cui la classe politica pakistana e' stata messa fuori gioco, i giornalisti indipendenti sono stati sottoposti a pressioni''. "I servizi segreti pakistani intervengono quando vengono pubblicate notizie che ledono gli interessi dell'esercito", precisa il corrispondente dal Pakistan per Liberation, che conclude: "L'altra minaccia per la liberta' d'informazione viene dai movimenti islamisti che non permettono alcuna critica sulla storia dell'Islam".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog